Emozioni

12 Mag

Ebbene si, sono finalmente nuovamente nel bel mezzo di uno dei miei periodi di “chiusa”; cosa intendo per “chiusa”? Intendo quei periodi in cui rimani chiusa, dentro casa, che non esci nemmeno per prendere una boccata d’aria, che accendi la tua lucina della scrivania, lasci le tapparelle chiuse notte e giorno, e… studi, studi, studi, tanto che non hai neanche il tempo di lavarti, di mangiare, o di salutare le persone che ti stanno intorno, che non fai altro che parlare della materia che stai studiando. E sarà così finche non arriverà il giorno dell’esame.

Ecco sono in uno di quei periodi lì, a causa di un esame che ho tra pochi giorni e che se riuscirò a passare, accenderò un cero a Sant’Antonio.16159257_1719_15755731_8258_mano_fiore_h121903_l_H204627_L

Mi dispiace per tutte quelle persone le quali vorrebbero che finalmente arrivasse il caldo, che smettesse di piovere, però onestamente, attualmente, questo tempo mi serve proprio: sarei ancora più angosciata a vedermi costretta a stare chiusa in casa, con fuori il sole e gli uccelli che svolazzano, con l’estate che è alle porte. Comunque oggi, siccome è già una settimana che sono in casa,e ci dovrò rimanere minimo un’altra settimana, ho deciso di spalancare la finestra… almeno per dare un pò d’aria al cervello.

Ogni volta che vedo i fiorellini che nascono spontanei nel giardino, mi torna in mente quando ero alle elementari, e tutte le volte che il pomeriggio, proprio verso quest’ora, la nostra maestra ci portava fuori a giocare in giardino. Mi ricordo che nella mia classe c’erano due bambini che avevano dei problemini mentali, poverini. Diciamo che mentre noi avevamo 8 o 9 anni, loro si comportavano come bimbi di 5 o 6 anni… Si trattava di un maschietto e di una femminuccia. Il nome della femminuccia me lo ricordo bene perchè con lei avevo più contatti essendo mia vicina di banco; si chiamava Consuelo. Il nome del ragazzino invece non me lo ricordo… Simone o Andrea… ma proprio non mi viene in mente. 

Sta di fatto che, un pomeriggio, mentre eravamo in giardino, mentre io e Consuelo stavamo giocando accucciate a terra a raccogliere fiorellini, si avvicina questo bambino con qualcuno di questi in mano. Avete presenti quelle specie di margheritine piccole, bianche che nascono spontanee nei prati? Ecco. Si avvicina a noi e mi dice “Tieni!” porgendomi le margheritine. Io allora pensai che quelle fossero per Consuelo e dissi: “Guarda che bei fiorellini ti ha portato…”, e lui m’interrupe: “No, sono per te”.

Mi fece un sorriso, e se ne andò, lasciandomi così, a bocca aperta. Quel bambino rimase con noi solo per un anno perchè poi i genitori decisero di cambiare scuola. Ma io quel sorriso non l’ho mai dimenticato.

Meglio che torno a studiare, và…   

Annunci

17 Risposte to “Emozioni”

  1. Marco 12 maggio 2010 a 14:14 #

    In bocca al lupo per lo studio Anto e spero, senza cero a Sant’Antonio, ma per il semplice fatto che se ti impegni riesci. A presto !!

  2. Anto 12 maggio 2010 a 14:24 #

    crepi il lupo, caro marco!!! spero di poter tornare presto a rilassarmi un pò leggendo i vostri post, e lasciandovi di nuovo tanti commenti quì e lì!!! 🙂 bacio

  3. Roberta 12 maggio 2010 a 15:58 #

    beh… è bello che ti sia rimasto il suo ricordo… chissà, forse ti ha portato i fiori per farsi notare… perchè tu stavi con l’altra bimba …. forse ti ha vista come un’anima buona….ciao***

  4. Massimo 12 maggio 2010 a 16:08 #

    Ciao Anto, quanto tempo!Sai che per il tempo ti invidio…qui ormai ci sono tipo 30 gradi tranquillamente il giorno, fa caldissimo e siamo tutti in maniche corte! Peccato che dovremmo stare a lezione per un altro mese….mi chiedo come sarà possibile!!In bocca al lupo per il tuo esame….ci sentiamo presto!

  5. ♥Sabrina 12 maggio 2010 a 16:27 #

    Mi son venuti i lucciconi.. uffi, volevo resistere e invece!!Ma insomma, ti pare che devi passare a fare dei post che poi mi commuovo??? Ihihih..Stellina, periodo duro, ma darà i suoi frutti, buoni, maturi!Quindi prosegui nel periodo di chiusa, soprattutto se sei al termine!E poi relax.. vero???E complimenti per aver colpito il compagnuccio al cuoricione!Vedi, hai iniziato presto!!!Un abbraccio gioia e in c..o alla balena.. tanto per cambiare e avere dalla tua due bestiole al "prezzo" di una! 😉 Smackkkkkkkkkkkkkkkkkk.. vado a far la danza della pioggia, così sei più serena..

  6. Claudio Guiduccio 12 maggio 2010 a 17:36 #

    Io ricordo la mia compagna di banco dell’asilo…Non sapeva fare i quadratini, ma a me piaceva lo stesso.Forse ero influenzato dai suoi lunghi boccoli biondi ?

  7. Deborath 12 maggio 2010 a 17:53 #

    Che meraviglia!!!Questo racconto trasmette tua la tua sensibilità mia cara Anto…Sei una persona davvero splendida…Un abbraccio e in bocca al lupo per tutto…:0)

  8. Michele 12 maggio 2010 a 19:11 #

    Che tenero…

  9. ♫кαтяσ¢к 12 maggio 2010 a 19:24 #

    Che bel racconto^_^Tenerissimo… è bello avere certi ricordi, bellissimo!

  10. mamylella 12 maggio 2010 a 20:12 #

    carinisssssima….se fossi in te..io mi farei un bel panino con la nutella………..e poi riprenderei a studiare……….zuccheriiiiiiiiiiiiiie poi…………..pensaci spesso al bimbo della margherita……….è un’immagine bellissssima….sei una ragazza dolcissssssima….e lo dimostra questo ricordo…..ma…………non senti il profumo delle margherite?????????????..io sìììììììììì..un bacioooooooo..mamy

  11. ЕХРОЛЛИН 12 maggio 2010 a 20:56 #

    che caruccia!esame? io ho abbandonato gli studi da un bel pò……. sincermente mi scoccia andare all’uni e dire: "mi ritiro"….. prima o poi prenderò una decisione….in bocca al lupo Anto!Bises

  12. Anto 12 maggio 2010 a 22:19 #

    @Tutti: sono contenta che con questo mio scritto siate riusciti a comprendere l’emozione che ogni volta ho quando penso a quel bambino. E speriamo di passarlo st’esame!!!! e speriamo che la balena non cachi!!!! xD

  13. • Sweet Angy • 13 maggio 2010 a 07:23 #

    Tesoro….infiniti e dolcissimi sono certi ricordi del passato, a volte un profumo, a volte una scena, altre volte una strada,oppure è uno sguardo mai dimenticato ad accendersi nella memoriaE’ sta pioggia del chiurlo ad angosciare…almeno a me da questo effetto…:-)Studia ciccina….! bacio

  14. Lo_PsIcAnAlIsTa_PsIcOpAtIcO 13 maggio 2010 a 09:38 #

    Sei stata molto dolce a raccontare questo ricordo… :-)Buona fortuna per l’esame!!!!

  15. Paola 14 maggio 2010 a 14:50 #

    Ti ho letto con piacere e commozione….tu torni a studiare e io torno alle mie giornate….. puntini e puntini e puntini…baci e buon fine settimana..

  16. Inneres Auge 15 maggio 2010 a 08:40 #

    puoi studiare meglio con certi ricordi.

  17. Fiore 23 maggio 2010 a 04:40 #

    Dovresti dedicare + tempo alle pause dallo studio, se sono tutte così rikke di dolci immagini infantili e di tenerezza !!!Effettivamente, ank’Io quando ripenso alla mia infanzia, rivedo solo momenti belli e piacevoli, ke mi lasciano però 1 gran nostalgia dentro ed anke 1 grande tristezza, x la consapevolezza ke mai + torneranno !!!Ti auguro 1 buona Domenica e soprattutto ottimi risultati all’esame… a prestoFiore S.R.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: