Chi sono i veri giovani

4 Ott
 
Nella mia vita la religione ha avuto sempre un posto importante. No, non pensate che io sia una bigotta, sono una semplice credende che la domenica va alla messa e che si sente davvero bene una volta uscita, perchè sente e pensa che c’è qualcosa o qualcuno che guida la vita, la nostra vita. Si, mi piace pensare che sopra di noi esista qualcuno che ci vuole talmente tanto bene che insidiandosi nel nostro cuore, non può che farci prendere le decisioni giuste, e segnare il nostro destino. 
Della religione cattolica quello che mi ha sempre attirato non sono tanto i cerimoniali, adoro osservare le vite delle persone che hanno sacrificato la loro esistenza per Dio e per il suo amore. Adoro in particolar modo queste figure: ovviamente Sant’Antonio, mio santo e patrono del paese in cui sono praticamente nata (tra l’altro qualcuno saprebbe spiegarmi perchè in ogni chiesa c’è una statua di Sant’Antonio? ci avevate mai fatto caso?), poi San Gerardo, e dulcis in fundo San Francesco. Oggi è il 4 ottobre e si festeggia proprio San Francesco.
Penso che tutti voi siete stati almeno una volta ad Assisi. Io si sono stata l’anno scorso. E mi è capitato (come fosse un segno davvero divino in quanto mi trovavo davvero in un periodo molto brutto), di prendere un volantino nella Basilica, ad Assisi, nel quale c’è scritto questo:
 
 
 
Chi sono i veri giovani?  
Il vero giovane è colui che non si lamenta e che non trova l’inciampo parlando dei difetti altrui; il vero giovane non è colui che scappa nascondendosi al proprio dovere, non è colui che da la precedenza ai piaceri del mondo; non è colui che crede di essere superiore all’altro; il vero giovane non è colui che crededi aver imparato tutto e attende solo il momento per insegnare; non è colui che si allontana dalla folla per non essere disturbato, e non è colui che è giovane solo perchè ha fatto poche esperienze.
Tutte queste cose sono incarnate da millenni e fanno parte della grande vecchiaia.
Il vero giovane è colui che pur essendo ammalato o vecchio nel corpo, manifesta sempre con slancio la sua ricerca, anche se messo in croce dalla sofferenza, dall’incomprensione e trovando tutti contro, compreso se stesso, con braccio forte cerca con tutta la sua buona volontà e con sforzo quasi soprannaturale di aggrapparsi alla forza centrale del Cristo per liberarsi e diventare vero uomo.
 
Gli uomini grandi e giovani sono:
 
VERITIERI ….. senza arroganza
UMILI ….. senza auto degradazione
ALLEGRI ….. senza leggerezza
SERI ….. senza disperazione
GIUSTI ….. senza presunzione
SEVERI ….. senza cattiveria
FORTI ….. senza crudeltà
BUONI ….. senza mollezza
MISERICORDIOSI ….. senza lasciar correre
PACIFICI ….. senza falsità
VIGILANTI ….. senza ossessione
POVERI ….. senza miseria
RICCHI ….. senza avarizia
PRUDENTI …..senza sospetto
 
e diventano:
 
DOTTI ….. ma senza volerlo sembrare
DOCILI ….. ma inclini alla saggezza
UMANI ….. ma senza avidità 
SANTI …… ma senza accorgersene
 
 
Conservo questo scritto come fosse una reliquia in quello stesso libricino che ho comprato e che racconta la vita di San Francesco. Nel periodo in cui mi trovavo lo scorso anno queste parole mi colpirono fortissimo. Ripeto, non sono una bigotta e ne tantomeno voglio diventare una santa… XD però penso che tutti noi passiamo dei brutti momenti nella nostra vita e penso che alla fine la nostra religione, Dio e la nostra famiglia, sono gli appigli più forti in assoluto per risalire la china. 
Ho vouto riportarvi queste parole proprio questa sera, sperando che tutti coloro che passano per il mio space e che si chiamano Francesco abbiamo passato una buona domenica e un buon onomastico, e faccio loro i miei auguri.
 
Un bacio a tutti 🙂
   
Annunci

19 Risposte to “Chi sono i veri giovani”

  1. Lo_PsIcAnAlIsTa_PsIcOpAtIcO 4 ottobre 2009 a 19:53 #

    Allora mi sa che non sono un vero giovane…mi lamento sempre!!!!^^”

  2. Principessa 4 ottobre 2009 a 19:53 #

    quindi sono estinti?

  3. Carlo 4 ottobre 2009 a 20:36 #

    Il vero giovane è colui in cui arde la voglia di vita, a qualsiasi età che non si arrende alle difficoltà materiali, che è volto anima e corpo all’ Amore che elargisce al mondo con un sorriso in volto.Buona settimana da Carlo.

  4. _23 4 ottobre 2009 a 21:08 #

    Cavoli, ma sono interessantissimi i tuoi post Anto!! Come sempre bellissime parole, ma poi tradurle nella realtà di tutti i giorni è difficilissimo. L’aiuto spirituale (non credo in dio) è sempre fondamentale. Mi ha colpito la frase "Santi, ma senza accorgersene" in effetti erano persone come ce ne sono tante anche ai nostri giorni, ma le loro gesta hanno avuto più "ritorno di immagine" per usare un modo di dire dei tempi "moderni" p.s. stò abusando un pò troppo delle virgolette, questo significa che è meglio se ti saluto ……….. hahahahahaha, ciao Anto!! Buona notte!! _kiss_

  5. Fiorenero 4 ottobre 2009 a 21:16 #

    questo post lo sento decisamente "vicino"sarà xchè mi chiamo Antonio o perchè… Francesco è il mio secondo nome :)sarà xchè ho radici umbre o perchè [pur essendo agnostico] mi piace entrare a vedere le chiesesarà xchè tempo fa ho scritto su di un santo che abbiamo un comune…@§—

  6. ЕХРОЛЛИН 4 ottobre 2009 a 21:55 #

    Io mi lamento quasi sempre….. Parlo sempre dei difetti altrui (solo quando si tratta di lavoro, perché io quando lavoro dedico tutta me stessa e vorrei che anche quelli che lavorano nsieme a me facessero la stessa cosa). Eh lo so, voglio troppo dalla vita io XDAd Assisi ci sono stata nel 99…. Mia madre vorrebbe tornarci di nuovo…. L’idea non mi dispiacerebbe affatto perché so tnate cose sull’arte che all’epoca non sapevo…..

  7. • Sweet Angy • 5 ottobre 2009 a 05:47 #

    Mi piacerebbe provare le stesse cose. con la stessa intensità con cui tu ne parli….Credo in Dio, ma molto poco, o quasi mai penso a lui……..Mia sorella è devota a Sant’Antonio, in una maniera così dolce che mi commuove,gli parla, lo porta sempre con sè, una volta l’ho sopresa a spolverare la statuetta che aveva sul comodino," Aspetta che ti devo spolverare, chiudi gli occhi………" gli disse.Ho riso per un’ora, ma la dolcezza in tutto questo mi ha incantata….E’ bello e straordinario affidare le nostre pene, i nostri pensieri che solo il nostro cuore conosce,a colui che dall’alto, da qualche parte veglia con gli occhi dolci della bontà divina.Ti adoro Anto………..sai colpirmi sempre……..Ti abbraccio

  8. Paola 5 ottobre 2009 a 07:11 #

    Scrivi post molto profondi. E’ un incanto per me, ogni volta che entro qui..Abbiamo una casetta sull’appennino tosco romagnolo al confine con l’umbria e quando posso vado al "Santuario della Verna"… se vuoi avere notizie più precise clicca su google e saprai tutto della magia di questo posto.Settimana scorsa in sicilia ho visitato cattedrali, duomi e chiese.. ed erano tutte magnifiche… bisogna entrarci, stare in silenzio, guardare, ascoltare il silenzio e non pensare alle guerre, alle religioni, al buono al cattivo, se Dio esiste e se esiste perchè allora è così ingiusto… etc… etc…. Sono devota a Sant’Antonio.. a modo mio…. in silenzio…. E’ il anto patrono della città di mia madre… sono andata a lui qualche anno fa…. a giugno…. ero molto giù…. avevo visto troppa sofferenza sugli occhi di chi amo e ho provato a tornare a Padova… beh…. poi sono stata meglio… mi sono sentita meglio… e ho passato un giorno sereno…. Qualcosa di vero ci deve pur essere, non posso e non voglio pensare che sia solo frutto del nostro sub conscio…Ti abbraccio e ti auguro una serena settimana

  9. Roberto 5 ottobre 2009 a 08:21 #

    Buon inizio settimana Anto :)Io ad Assisi non ci son mai stato…..e senza offendere la sensibilità di nessuno, potrei anche andare all’altro mondo senza esserci passato, non ho tutto questo desiderio di visitare Assisi…A volte invidio un po’ le persone che hanno tutta la fede che dimostri di avere tu.Ciao ciao

  10. Anto 5 ottobre 2009 a 19:04 #

    @ Psyco: ahahaha a chi lo dici!!! io sono una palla umana!!! una lamentela continua… altro che giovane, per questo mi danno tutti un’età maggiore rispetto a quella che ho!!! XD@Manu!!! no non sono estinti da come ti conosco io tu per me sei davvero una giovinotta 🙂 @ Carlo: giustissimo!!! io penso che la vera gioventù è dentro e non dipende dall’età anagrafica… @ – 23- & Roberto: ciao carissimi ragazzi "giovinotti"… vi dirò: io della mia religione adoro conoscere sopratutto la vita dei santi cioè quello che realmente hanno fatto persone che credevano in Dio, mi hanno sempre interessato i luoghi o le cose che hanno attraversato o fatto in vita… ma non vi nascondo che la "chiesa" vista come istituzione, vista come preti o gruppi parrocchiali mi deludono sempre di più, perchè con il tempo mi sono accorta che nelle chiese c’è più cattiveria o invidia o approfittamento che in qualsiasi altro posto, in nome di una religione che spesso nemmeno chi frequenta assiduamente la chiesa conosce davvero. Perciò il mio "credere in Dio" vuol dire semplicemente seguire una serie di principi che fanno parte della religione cristiana, pregare e fare le scelte nella vita così come mi dice il cuore, nel bene e nel male. Dio che è nel cuore di tutti, non può indicarmi una strada sbagliata perchè vuole bene a tutti, e per tutti sceglie la loro strada, per qualsiasi decisione da prendere bella o dolorosa che sia. Assisi è un posto bello non solo per il fatto che c’è san francesco, ma anche per l’arte… qualche volta che vieni in continente Roberto, ti consiglio di fermarti anche solo mezza giornata. Andrea non preoccuparti delle virgolette… penso che oggi nel mondo di santi ce ne sono molti, solo che fanno cose diverse rispetto a San francesco o sant’antonio 🙂 è un’altra epoca… 🙂 kiss@Fiorenero: Azz antonio, ti chiami francesco di secondo nome? allora auguri… forse sono un pò in ritardo ma te li faccio uguale 🙂 hai scritto anche tu su sant’antonio ??? a me la cosa che sorprende è che in ogni chiesa c’è una statua di sant’antonio e non so perchè… 🙂 un bacio a presto carissimo. E se qualche volta ci vai salutami l’umbria, è una delle mie tre regioni preferite: Toscana, umbria, abruzzo… un abbraccio@Savi : io ad assisi sono stata 3 volte uan ero piccolissima e non mi ricordo nulla… un’altra volta con la scuola, e poi ci sono andata lo scorso anno con 3 amici… tra l’altro mi hanno portat in un posto bellissimo, che se dovessi rispiegare come ci si arriva non saprei, sta di fatto che si trattava di una montagna dove san franscesco e i suoi compagni andavano a pregare, in delle grotte… lì è stata una grande emozione… c’era anche un coro di alpini che cantavano quando sono andata… bellissimo!!! se qualche volta con la tua mamma vuoi farti un giro, ti consiglio un’altro posto: Greccio, nel lazio, vicino rieti, è un altro posto spettcolare pieno di arte e natura… 🙂 un bacio carissima… @ Sweet angi: ciao tesorina!!!! 🙂 che carina tua sorella 🙂 carissima non pensare che io sia una santa… tutt’altro!!! a me piace solo capire la vita di questi uomini che hanno deciso di dedicarla in modo così intenso a Dio, e pensare a quale forza avessero tanto che appresso a loro trascinavano le masse!!! hanno cortruito chiese, monumenti… e come dici tu, mi piace pensare id avere come un’altro papà sopra la mia testa che mi guarda, e mi dice "Antò ma che cavolo fai????" hihihih 🙂 un bacio grande carissima@Paola: ciao carissima… be ti rigiro lo stesso complimento che hai fatto a me 🙂 ecco esattamente: hai espresso con 4 parole quello che volevo dire: anche io ammetto di avere dubbi, non sulla presenza di un qulcosa che sta sopra di noi, ma ho dubbi sul comportamento umano, su come noi umani interpretiamo Dio, la religione, e quelloche lui vorrebbe che noi facessimo… come dicevo a Roberto e Andrea, odio tuto quello che è detto "chiesa" nel senso di pranzi gruppi, cerimonie, ritiri spirituali magnerecci, per me questo non è Dio… Dio sta in altre cose. Dio sta in noi. Ad assisi l’anno scorso ci andai con una mia amica suora, che non dimenticherò mai le sue parole in una mail che mi mandò dopo il viaggio "quando sei in conflitto con il mondo, quando ti senti arrabbiata, triste, delusa, quando non riesci a trovare più un appiglio, fermati, e guarda in te e alla sera dedica 5 minuti al Signore, dicendo solo queste parole <<Signore, il mio dolore lo dono a te….: metti pace ne miei confini>>, e vedrai che ti sarà molto utile". E per me è stato davvero utile, ora sono di nuovo in pace con me stessa, con il mondo. Il Santuario della verna??? mmm ora vado sul motore di ricerca e m’informo… ti farò sapere… sono contenta che sapere che molte persone conoscono sant’antonio 🙂 un kissBUONA SETTIMANA A TUTTI 🙂

  11. Alessandro 5 ottobre 2009 a 19:22 #

    ..credo che un pò di lamento sia giusto, importante è poi rialzarsi!Tutti hanno i problemi, ma sono i giovani che costruiscono la società del futuro, non certo gli 80 enni!San Francesco è più che mai attuale,e a me piacerebbe andare ad Assisi, dove tra l’altro c’è uno dei centri yoga + grandi d’Italia.Io ho fede, pur senza essere cattolico!Besosssssssss

  12. Inneres Auge 5 ottobre 2009 a 19:23 #

    Io non la penso come te in materia di religione. Io non sto dalla parte del cristianesimo, nè dell’islamismo o di qualsiasi altra religione consacrata. Ho un’altra idea di Dio. Anche nel mio paese si festeggia Antonio, oltre a Paolo e Nicola ma non ti so dire il perchè, magari wikipedia ha qualche spiegazione… però dipende di quale Antonio si tratti. Bello il contenuto del volantino ma un tantino utopistico: nessuno sarebbe giovane tenendone conto.

  13. Angi 7 ottobre 2009 a 13:52 #

    Ciao Antò, grazie per aver condiviso con noi questo volantino trovato nella Basilica di Assisi. Non lo avevo mai letto. :)Buona giornata. Un abbraccio. ^^

  14. TiÞÞiTi 10 ottobre 2009 a 01:56 #

    …mi sono imbattuto per caso in questo tuo intervento, ma da un po’ di tempo a questa parte – e di tempo sulle spalle ne ho un po’.. 🙂 – io penso che moltissime cose che ci accadono (come si dice) per caso, in realtà siano dei veri e propri "segnali", che Qualcuno o Qualcosa fa in modo che accadano, perchè poi il Tutto delle Cose abbia un senso… Sono un credente cattolico anche io, e conosco quella "forza" di cui parli, ma non voglio soffermarmi a discutere tanto di religione, per il semplice fatto che la ritengo un Credo fortemente intimo e personale, al di là delle persone e dei suoi ministri, e del cerimoniale… noi uomini siamo troppo limitati, sia dal punto di vista dell’intelletto e della conoscenza, sia dal punto di vista del cuore e dei sentimenti, per capire tutti i perchè di Dio… ma è molto bella ciò che tu chiami "reliquia".. talmente bella che prima di lasciarti questo commento me la sono riletta tre volte! :)Ciao

  15. Anto 13 ottobre 2009 a 07:21 #

    @Tippiti: ciao carissimo. ti ringrazio di questo bellissimo commento che mi hai lasciato. hai compreso perfettamente il senso di questo post. Io lo sento fortissimo dentro di me questo scritto perchè è capitato in un momento particolare della mia vita. A prescindere dalla chiesa, dai preti dalle cerimonie dalle vesti… io credo in qualcuno che sta sopra a tutti e tutto…come dici tu è un credo personale… un kiss. ciaoo

  16. TiÞÞiTi 13 ottobre 2009 a 07:45 #

    …guarda questo video!!! ;)http://www.youtube.com/watch?v=zbFK8yUFPdY

  17. Anto 14 ottobre 2009 a 07:36 #

    Tippiti: bravissimo…. ti voglio ringraziare perchè mi hai fatto scoprire un video bellissimo!!!! bravo einstein!!! era un genio già da piccolino!!!! XD verissimo tutto quello che dice… un saluto tippiti 🙂

  18. Deborath 11 dicembre 2009 a 11:27 #

    Bellissimo! Lo prendo in prestito, spero non ti dispiaccia

  19. Deborath 11 dicembre 2009 a 11:30 #

    Bellissimo anche il video segnalato da Tippiti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: