Verba Volant (1)

6 Mag

Cari miei blog-amici, è un po’ di tempo che mi frulla nella testa una ideuzza. Vorrei cominciare una rubrica, prendendo come spunto un programma bellissimo che spesso vedo in tv, che si chiama Verba Volant. Questo programma lo danno su Rai 3, eh è una piccola striscia che parla di parole, cioè ogni giorno sceglie una parola, e ne parla a modo suo, cercando di capire il significato di quella parola e facendo capire come noi la utilizziamo nel quotidiano.

Allora vorrei partire anche io con questa rubrica. Ovviamente però non metterò le stesse parole che vedo in tv, o non farò come fanno loro, ma spiegherò le parole che mi verranno in mente a modo mio, unendo ironia a qualcosa di serio… Questa rubrica tendenzialmente avrà il mercoledì come giorno prediletto, ma io sono sicura che non sempre riuscirò a rispettare questo giorno, un po’ perché mi dimentico spesso le date, non sono fatte per me le cose regolari, e ormai avete imparato a conoscermi, io non riesco a stare negli schemi. Quindi diciamo che tendenzialmente è il mercoledì, ma le cose possono cambiare (anche perché sono in un periodo particolare della mia vita reale, e quindi non posso rispettare per ora proprio tutte le date).

DA OGGI QUINDI PARTE LA MIA RUBRICA PSEUDO-SETTIMANALE “VERBA VOLANT” (il mio Verba Volant).

————————————————————————————————-

La parola di oggi è Mutuo.

MUTUO

La parola mutuo deriva dalla parola latina mutùus ossia “dato in cambio” che deriva dal verbo sempre latino “mutuare” ossia cambiare, mutare. 

La prima cosa che ci viene in mente con la parola mutuo è “il mutuo” cioè un contratto mediante il quale una parte, detta mutuante, consegna all’altra, detta mutuataria, una somma di denaro o una quantità di beni fungibili, che l’altra si obbliga a restituire successivamente con altrettante cose della stessa specie e qualità. È inoltre un contratto tipico la cui nozione è accolta nel nostro ordinamento giuridico dall’art. 1813 del Codice Civile. La fattispecie regolata dall’art. 1813 è esclusivamente quella del mutuo gratuito, da non confondersi con i mutui finanziari, che possono validamente concludersi con il mero consenso.

Una tra le figure più diffuse nella prassi è il mutuo immobiliare, concesso per soddisfare esigenze di denaro in qualche modo collegate all’acquisto di un bene immobile per compravendita (o, nel caso di fabbricati, anche per costruzione). Il mutuo bancario è la forma più diffusa di mutuo ed è quel prestito erogato da un istituto di credito, solitamente per importi di un certo rilievo, contro la prestazione di una garanzia.

I mutui per l’acquisto della prima o seconda casa costituiscono la maggior parte dei mutui concessi dalle banche. La concessione del mutuo è in genere subordinata alla disponibilità di un reddito stabile ed attendibile, ad esempio un contratto di lavoro a tempo indeterminato (stipulato da almeno 4 anni) o di altri redditi stabili (per il lavoro autonomo, si fa luogo a ragionata analisi degli ultimi fatturati). Se il mutuo era un problema ottenerlo già 20 anni fa, figuriamoci oggi. Quali garanzie possiamo dare noi giovani che veniamo assunti con contratti sempre più precari????

(Qualcuno che mi conosce, questo video lo ha visto guardatelo, cercate di capire quello che dice)

  

 

Volevo sottolineare inoltre che nei Paesi Islamici, il Corano e la tradizione orale vietano categoricamente il prestito a interesse, qualunque sia l’interesse applicato e lo scopo del prestito, affermando che non c’è distinzione fra prestito a interesse e usura. Il diritto islamico vieta sia l’applicazione di interessi passivi che di interessi attivi. Per cui i musulmani non percepiscono alcun guadagno dai risparmi depositati in banca su un conto corrente. Ciò è un incentivo alla circolazione della moneta in quanto soltanto con un investimento produttivo, esistono forme giuridiche che consentono al proprietario del denaro di ottenere un profitto. Perciò, il diritto islamico impone mutui a tasso zero dei quali usufruiscono i musulmani, che ne fanno richiesta anche in Europa. In alcuni Paesi islamici non sono le banche locali a essere impegnate in questa attività; il denaro prestato è quello della zaqat, l’elemosina obbligatoria per tutti i cittadini e imprese di diritto islamico.

————————————————————————————————

Ma la parola mutuo può essere anche letta secondo un’altra accezione, cioè “esistenza di una partecipazione reciproca”: quando si dice società si mutuo soccorso, o mutuo insegnamento… era un sistema didattico in auge nel secolo scorso per cui i migliori scolari, collaboravano con il maestro nell’istruzione dei compagni (e questa non è una cosa proprio del secolo scorso… anche quando andavo a scuola io e non era nelle calende greche ma pochi anni fa, c’era il così detto secchione che doveva fare bella figura con la proff…)

————————————————————————————–

Spero che questa idea di rubrica vi piaccia, e se non vi piace… non fa niente. La faccio lo stesso!!!! XD

un bacio a tutti!!!

Annunci

20 Risposte to “Verba Volant (1)”

  1. Carlo 6 maggio 2009 a 08:57 #

    Un po’ di cultura non fa mai male..E come si dice a chi non gli và…Cambi Canale! Ahahaaha!Secondo me i mutui vanno male..in italia per Via della Parola stessa….Sono mutui della MUTUA!!!!! Ahahahaha!Buona Giornata da Carlo.

  2. Jessica 6 maggio 2009 a 09:12 #

    Che bell’idea tesoroooo… :-DSempre originalissimaaaa 🙂 Bacino 😉

  3. Anto 6 maggio 2009 a 09:46 #

    @ carlo, bravissimo… ogni tanto un pò di cultura e di serietà ci vuole… 🙂 i mutui della mutua!!!!!!!!ahahahahahaha XD sei fortissimo!!! ciaoooo @ jessi, ciao carissima. Sono contanta che ti piaccia questa idea. e tu sei sempre un tesoro… ciao carissima… un bacio.

  4. Alessandro 6 maggio 2009 a 09:54 #

    e brava la nostra Anto…dal post delle mutande a quello del mutuo….diciamo che chi fa un mutuo oggi rischia di rimanere in mutande, secondo come lo stipula!Complimenti però, sei una bella donnina piena di interessi….!!!!!!!

  5. Principessa 6 maggio 2009 a 10:03 #

    preferivo la parola MUTANDA…. Mutuo Mi sta un pò sui maroni (che poi stando a vedere anche la mutanda ma solo per dato di fatto e non a me personalmente!! ih ihi h) … ma la tua idea è mooolto carina!!! bacioooo

  6. ... 6 maggio 2009 a 11:16 #

    La parola Mutuo deriva dal latino mutuum, neutro sostantivato dell’aggettivo mutuus, che nel linguaggio del clan bank vale a dire " Muto devi stare"!Questo spiega il perchè i soldi che le banche danno a noi valgono il 7/8%…mentre quelli che noi diamo alle banche neanche l’ 1%. Bella questa rubrica, sono sicura che nel significato delle parole si troveranno tante di quelle curiosità, che con una padrona di casa come te, ci sarà da divertirsi :))Non sapevo del corano…ah però! Quasi quasi mi converto XD

  7. Paola 6 maggio 2009 a 11:30 #

    Mi associo a quanto ha scritto Alessandro…e sorrido..Bella rubrica… davvero interessante… ogni tanto è bello leggere curiosità che poi alla fine solo semplici curiosità non sono…Baci … e aspetto la prossima…grazie per gli auguri… poi ringrazierò meglio….

  8. • Sweet Angy • 6 maggio 2009 a 12:03 #

    Oddio cxome inizio di rubrica non c’è male! ahahh…argomento che mi rimane un pò sullo stomaco…"Mutuo" no…non ce la faccio…ahahhhh!!!!!!! Ma si dai…se non ci fosse stato quello, col cavolo che mi sarei potuta permettereuna casa…è che con questi tassi fissi o mutabili, che gran macello!Grazie della visita, tu lo spanni con il phon..ma lo sai che non ci avevo mai pensato?Beh…in effetti sei tu quella che partorisce le idee migliori…e questa che proponi è davvero interessante! Una rubrica per gente come me, poco acculturata!Un bacio tesoro…Angy

  9. Roberto 6 maggio 2009 a 14:20 #

    Si si si, a me piace l’idea della rubrica. Ne vorrei fare una anche io ma per ora non ho idee….Comunque…parola "mutuo"……tutti che ne parlano di questi tempi….<<Dovrò chiedere un mutuo…..>>, <<L’anno prossimo pagherò l’ultima rata del mutuo>>. Insomma….è un incubo questo mutuo……

  10. JعK 6 maggio 2009 a 19:46 #

    sei estremamente originale..cara anto,va bene..va molto bene.-.finchè il sole è dentro di meposso dire d’esser estremamente felice..Ti lacio un abbraccio per una buona serata.Kiss-JAckY-

  11. Anto 7 maggio 2009 a 16:16 #

    @ Ale…. ahahahahaha… hai proprio ragione!!! XD@ Manu, be vedrai che questa rubrica non prenderà parole solo parole serie, ma anche giocose proprio come mutanda… 🙂 un bacio carissima.@ Altair. ahahahahahaha… un pò come gli strozzini… no? ahahaha 🙂 eh che vuoi fare… questa è la nostra cultura occidentale… @Paolina, grazie a te, sono contenta che questa idea piaccia… vediamo cosa ne uscirà fuori… :)@Sweet, cara angy… eh lo so, l’argomento è tosto quello del mutuo… ma ogni tanto vedrai… mi verrà in mente anche qualcosa di meno impegnativo… ma l’idea mi è venuta guardando quel programma in tv.. e siccome mi piaceva sempre tanto allora ho pensato di riproporlo quì… un bacio cara a presto.@ Roby, eh si, eh…. ormai è prorio ora che ci pensi anche tu, a mettere su casa e farti un bel mutuo XD ahahahahaha meglio scherzare và… io ho parlato di mutuo proprio perchè sto cambiando casa… ecco da dove è uscita la prima parola della mia rubrica, non potevo non metterla… XD ciaooooooooo@ grazie Jacky,… troppo buona, eppure sai, nella vita reale così originale non mi ci sento, anzi a volte mi sento anche piuttosto banale, noiosa e rompiscatole (quest’ultimo di sicuro)… ma forse è sempre colpa della mia testa mattarella…

  12. vale 7 maggio 2009 a 18:31 #

    bella quest’idea . . . . beh la parola è meglio che non la commento perchè mi fa venire solo cose brutte in mente !!! aspetterò la prossima . . . . . . bacioni gioia !!!!

  13. Chiara 7 maggio 2009 a 19:00 #

    Brava Anto!Mi piace ‘sta cosa! Io appena ho letto mutuo ho pensato all’aggettivo cioè alla seconda accezione del termine che tu qui hai egregiamente spiegato…sarà che non sarò mai in grado di potermi accollare un mutuo per una casa visto che a 31 anni sono disoccupata!Al limite ne potrò chiedere uno per un camper!Aspetto ansiosamente la prossima parola!Ciao bella!

  14. Anto 8 maggio 2009 a 08:03 #

    @ chiara, vale: ciao ragazze, mutuo non evoca mai nulla di buono, se non sacrifici e pesantezza, mi è venuta in mente questa parola perchè mi riguarda da vicino, e poi avevo trovato quel video che mi faceva ridere, perchè… chi non si è mai trovato ad affrontare quei discorsi in famiglia??? XD un bacione care… io invece ho trovato un’altra soluzione, se non posso comprarmi la casa, mi costruisco una casetta di legno. mi tocca solo trovare un pezzo di terra dove poterla piazzare…XD

  15. Danilo 8 maggio 2009 a 10:34 #

    Che bell’idea trasportare qui sul blog quel programma…quanto alla parola Mutuo, mi viene in mente solo una cosa: investimento a vita! Soldi! Un abbraccio Anto!

  16. Stepho 8 maggio 2009 a 10:47 #

    Buon Salve! Eccomi eccomi! Si Si…bella rubrica! I like it! Comunque di questi tempi la parola Mutuo non può che evocare immagini raccapriccianti di investimenti, scadenze, fatiche e sacrifici…la prossima settimana una parolina più allegra? Ahahaha! Bacioni!!!!

  17. Max 8 maggio 2009 a 11:07 #

    Ignorante, si dice Erba Volant… ma non segui il Grande Fratello? ahaha :pTornando seri, carina l’idea della rubrica…per me Mutuo = Incubo.. può bastare?

  18. ЕХРОЛЛИН 8 maggio 2009 a 12:22 #

    Sto passando da ognuno di voi perché sono rimasta indietro……. :((((Infatti questo post l’hai scritto due giorni fa…..Mutuo??? o_OPresto lo chiederemo…… Ma anche no! Però mia madre insiste…. e vuol trasferirsi in una città che a me non piace per nulla. Preferisco stare qui, in campagna! sono abituata airitmi tranquilli io. Quindi spero che la mamy non chiederà sto c**** di mutuo!Bises Anto

  19. L✿ry 8 maggio 2009 a 12:56 #

    e brava anche questo post è originale anche se ben più serio di quello precedente…sulle mutande!Mi astengo dal commentare…il MUTUO…poveri italiani… sigh!E poi sul blog niente roba di lavoro …. ma sai che mi fecero una domanda sul mutuo all’esame di diritto commerciale.?..Andò benissimo… ;-)) Ciaooo

  20. Anto 9 maggio 2009 a 14:49 #

    @ Dani, ciao dottore… be tu sei il maestro delle rubriche, infatti la tua rubrica sulla musica è bellissima… quel programma su Rai tre mi è smepre piaciuto, magari può uscire qualcosa di carino anche sul blog, vedremo 🙂 un bacio ciao.@Stepho: va bene allor la prossima settimana una parolina più allegra… cmq prima o poi il mutuo ci colpirà quasi tutti XD ciaooo!!!@Max… hahahahahahahahahahahahaahaha xD è vero scusa, si dice erba volant.. mannaggia… quel programma è così istruttivo e me lo sono perso??? 🙂 ma… vedremo di rifarmi l’anno prossimo… 🙂 un bacio maxi!!!!@ Savi, ecco adesso sono io a lasciarvi le risposte in ritardo… 🙂 pensa che io invece sto scappando dal centro della città, per andare fuori dove riesco a vedere almeno un pò di verde….. e speriamo che tutto si concluda per il meglio 🙂 un bacio cara savi… e cerca di convincere la tua mamma a non spostarsi in città…. :)@Lory, eh chissa quante volte avrai sentito di parlare di mutuo con il tuo lavoro… cmq anche io sto studiando queste cosine, e sicuramente all’esame di diritto commerciale una domanda ci sarà anche per me 🙂 un bacio ciao!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: