Il batterista dei Pooh: «A 60 anni si può smettere di suonare il tamburo»

17 Apr
 
Non ci sono certezze sul futuro del gruppo: «Dobbiamo prima interiorizzare la nostra nuova situazione»
 

MILANO – «Il momento esatto quando in cui ho preso la decisione di lasciare i Pooh? Quando ho soffiato 60 candeline. Mi sono reso conto che era il momento di smettere di suonare il tamburo, come diceva mio padre, per dedicarmi ad altro, anche di annoiarmi». Visibilmente emozionato, al limite della commozione, Stefano D’Orazio spiega così in una conferenza stampa di presentazione del prossimo tour (il suo ultimo con i Pooh) il motivo che l’ha spinto, un paio di mesi fa, a decidere di mollare tutto, dedicarsi alla compagna Tiziana e girare il mondo da turista.
Intanto, dopo l’annuncio del batterista, non ci sono certezze sul futuro musicale dei Pooh. «Dobbiamo prima interiorizzare la nostra nuova situazione e poi vedremo che strade prendere», hanno spiegato gli altri musicisti del gruppo.

LETTERA AI FAN – Accompagnato dagli altri tre membri della band, per presentare la tournèe – che debutterà a Brescia il 24 luglio per concludersi a Milano il 28 settembre dal titolo significativo "Ancora una notte insieme" (titolo anche dell’inedito che fa parte di un doppio cd in uscita a maggio) – D’Orazio ha anche affidato ad una lunga lettera dedicata soprattutto ai fans, il proprio addio in cui spiega di essere «al capolinea» di un lungo viaggio «iniziato spensieratamente, quasi per gioco». «Non è facile decidere di dire basta quando tutto va alla perfezione – sottolinea D’Orazio – quando il successo con la esse maiuscola non sembra ancora stanco di accomapgnarti ma il mio futuro non è più così lontano e tutte le ‘altrè cose che prima o poi mi ero promesso di fare pretendono di essere fatte». «Non si tratta di stanchezza -precisa D’Orazio- ma solo voglia di guardare da un’altra parte, anche di annoiarmi, ma di inventarmi il mio futuro in maniera diversa. Non ho alcuna idea di cosa farò da ottobre in poi – aggiunge – ma a 60 anni non mi sento assolutamente vecchio. Ho solo deciso che fosse il momento di cambiare vita».

NESSUN ATTRITO – Nessun attrito con il resto della banda, tiene a precisare D’Orazio così come gli altri tre Pooh, così come nessuna buonauscita in arrivo, come qualcuno aveva ipotizzato: «la nostra è una azienda dove ci siamo inventati la nostra storia giorno per giorno – sottolinea D’Orazio – ma dove non abbiamo mai avuto bisogno di avvocati e mai ne avremo. Abbiamo sempre avuto voglia di essere fuori dal coro tanto che abbiamo deciso di fare tutto da soli». «Ci siamo fatti vittime e carnefici – aggiunge D’Orazio – ed io ho giocato spesso contemporaneamente in attacco e in porta dedicando tutto il mio tempo ai Pooh così come ognuno di loro ha fatto». Presa la decisione di lasciare i Pooh «ho sentito subito il desiderio di parlarne con loro -spiega ancora D’Orazio- e hanno capito questa mia esigenza. Ora mi aspettano ancora giorni difficili – conclude D’Orazio – ma il momento più triste sará quando il 28 settembre scenderò per l’ultima volta dal palco».

(Corriere della Sera.it)

 ——————————————————————————————-

Il mio personale commento a questa notizia, che sono sicura avrete sentito alla tv, è che sicuramente non a tutti piacciono i Pooh, perchè non tutti amano la musica italiana come la posso amare io, e non tutti amano questo gruppo. Sicuramente i Pooh sono stati molto importanti nella storia musicale del nostro paese, e con le loro canzoni hanno fatto crescere e sognare intere generazioni, distinguendosi per professionalità e serietà, qualità… e questo nessuno lo può negare. Io non sono una fan diretta di questo gruppo, ma ci sono alcune canzoni come questa che vi propongo quì sotto, che mi piacciono molto. Onestamente un pò mi spiace che il batterista abbia deciso di lasciare il gruppo. Ma d’altronde sono persone e uomini, e questa è la scelta di un uomo.  

Annunci

16 Risposte to “Il batterista dei Pooh: «A 60 anni si può smettere di suonare il tamburo»”

  1. JACKMAX 18 aprile 2009 a 00:12 #

    scioglimento di una band storica..o l’abbandono dei suoi componenti..crea la stessa ansia degli amici di una coppia storica quando si lasciano..creando faide e schieramenti ..gudii e pregiudizi…in realtà ben altre band hanno perso leader,,componenti e si sono sciolte e siamo sopravvissuti a tanto..e sono soravvissute anche le band..cosi faranno anche i pooh con un nuovo batterista…credo che vada rispettata la decisione del singoilo…come in una coppia è sempre l’amore di uno dei due che viene a mancare..cosi in una band c’è sempre uno cui sembrerà che il giocattolo pur bello …si sia rotto…su ced e non bisogna giudicare..ricorderò sempre quando andò via gabriel dai genesisi…e apostrofarono il disco successivo dove cantava collins…una imitazione alla noschese….ora quel critico spero che colga i frutti del suo orto e ne viva…..perche la musica è fatta per essere ascoltata..non per fare polemiche calcistiche stile..processo del lunedi biscardi ecc..certo dispiace anche a me..che si siano..sciolti,..ma ngli anni non rendono tutto e tutti inossidabili..evidentgemente il batterista si sarà….arruginito…o solo stancato

  2. David Ryan 18 aprile 2009 a 01:29 #

    blahhhh i pooh …. ti offendi ?? non sono il mio genere ….. per nulla !! non ho letto nemmeno la notizia …. vuole smettere ? che smetta allora , finalmente !! scusami , scrivo quello che mi passa per la mente , sono un po fuso ….c’e’ musica migliore , e questo e’ un dato di fatto . comunque … che dire ….. ho detto tutto . punto . cià

  3. Paola 18 aprile 2009 a 05:25 #

    Ma si… Anto può dispiacere ma Stefano è una persona intelligente e contrariamente a molti suoi colleghi che strimpellano ancora a 70 anni… ha deciso che se l’orologio biologico avanza è giusto ascoltarlo….Ho sempre provato simpatia più per lui che per gli altri componenti… che se li guardi bene… tra botulini e ritocchini vari compresi i capelli… cercano in tutti i modi di rimanere degli ultra quarantenni…ma così non è….Mina è inimitabile… vende anche se non si vede e fa sognare altrettanto…i Pohh, per chi ama la canzone italiana rimarranno comunque nel cuore di chi li ha sempre ascoltati…e sono curiosa di vedere chi metteranno al suo posto…..sempre se continuano…Baci e buon sabato…

  4. Carlo 18 aprile 2009 a 06:52 #

    Non che abbia spaccato pietre fino ad oggi, ma credo che una persona a 60 anni non se la sente più di stare in tournè o in sala d’incisione 300 giorni all’anno non se ne può fare un dramma.Certo è che se il gruppo deciderà di continuare, la nostalgia ed i ricordi a poco a poco lo assaliranno.Ma per tutto, comunque c’è un tempo d’inizio ed un tempo di fine. E poi diciamocelo, da domani la sua vecchiaia non sarà poi così brutta…Buon Fine settimana da Carlo.

  5. Anto 18 aprile 2009 a 08:17 #

    @ Tutti: be, ragazzi sono pienamente d’accordo con voi… come dicevo anche su, Stefano mi sembra l’unica persona che è rimasta se stessa, un pò come dici tu Paola, senza ritocchi… e poi ad un certo punto della vita magari si può anche decidere di smettere. e’ la scelta di un uomo che va rispettata. Però dispiace sempre un pò quando un gruppo come dici tu Jackmax, si rompe perchè è triste che una cosa bella abbia una fine (invitabile e necessaria arrivati ad un certo punto). Però probabilmente il gruppo non finirà… e magari potranno sfornare qualche altra bella canzone chi lo sà? :)@ Ryan: ma io non mi offendo se tu senti altra musica, o non ti piacciono i pooh… figurati!! anche io non sono una fan diretta… però il mio genere musicale che mi colpisce è questo…. che ci posso fare? ehehehe-… un bacio grande ryan e buon weekend.

  6. David Ryan 18 aprile 2009 a 10:13 #

    stamattina ero un po fuori … diciamo . la penso ancora come poco fa comunque …. dico solo che se uno non ha ne la voglia ne la passione … beh in questo caso e’ giusto che smetta . ma , per uno che ama la musica , questo e’ difficile . non conosco i pooh , figurati … pero’ mi vien da pensare ….. non e’ che sia successo qualcosa all’interno del gruppo ?? uno dei miei cantanti preferiti ha piu’ di 60 anni …. tale NEIL YOUNG , ICONA DEL BUON ROCK !! eppure lui continua a suonare , e non ha nulla da invidiare con altri ragazzini …. l’energia che sprigiona e’ senza eguali , o comunque non indifferente per un sessantenne . certo … gli ultimi album non sono come quelli di anni fa …. i mitici anni 70 …. senti l’album rust never sleeps e poi mi dirai … altro che pooh …. vabbe’ dai , come direbbe una mia amica … i gusti son gusti …. e li rispetto tutti … o quasi 😀

  7. Roberto 18 aprile 2009 a 11:31 #

    Non mi piacciono proprio e la notizia mi è completamente indifferente, ma la penso come te sul fatto che sono una colonna portante della musica italiana.Evito di far partire il video….conosco la canzone….e la versione dei Gemelli Diversi non la associo per nulla a un bel momento, quindi non la ascolterò perchè mi rattristerebbe.Baci anto…buon sabato

  8. Davide 18 aprile 2009 a 12:20 #

    non lo sapevo e dal profondo del cuore mi viene una sola parola 😦 …EVVVVVVVAAAIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!

  9. Davide 18 aprile 2009 a 12:22 #

    come non aver mai detto nulla di importante o di sociale in 40 anni di testi …ma la cosa che mi rattrista di piu di questi qua è vedere i loro figli in giro per le varie tv o esibirsi come pseudo cantanti, ricchi siete straricchi..quindi almeno trovate un lavoro per i vostri figli invece di farli fare figure pessime nelle tv!

  10. Principessa 18 aprile 2009 a 15:07 #

    beh effettivamente quando un gruppo è così unito dispiace sempre…. poi è vero ad alcuni possono non piacere ma fanno parte della musica italiana tra gli intramontabili!! l’unica cosa.. nella prima foto.. ehm.. non si possono guardareeee!!!

  11. Anto 19 aprile 2009 a 18:57 #

    ahahaha… manu… proprio perchè "nun se ponno guardà" che ho messo quella foto!!!! 🙂 che giovincelli …

  12. davide 4 gennaio 2010 a 21:52 #

    i pooh rimangono sempre i meyo

  13. Anto 5 gennaio 2010 a 12:27 #

    ciao senza nome grazie per il tuo passaggio, a me i pooh piacciono un sacco!!! xD ciaoooo

  14. Michele 5 gennaio 2010 a 14:11 #

    Mmmm…non mi piace il Pop,eh!

    • el brasador 1 maggio 2014 a 21:49 #

      Se non ti piace il pop buttati nell’adige.

  15. Carlo 7 gennaio 2010 a 08:45 #

    Buon anno anche a te!C’è un tempo per tutte le cose e quindi anche i Pooh non saranno eterni.A chi pacciono rimarranno i dischi..per gli altri non saranno mai esistiti.Un Abbraccio da Carlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: